Pronti ad emozionarvi? Uscirete Emozionati!

Due giorni per sperimentare, creare, programmare, ideare, conoscere, divertirsi ed… emozionarsi!
Selfie, emoticon, “LOL”… Le tecnologie mediano ogni giorno l’espressione delle nostre emozioni. Le rendono meno vive? Stiamo perdendo l’espressività del corpo nell’interazione digitale? ABC Digitale, alla sua terza edizione, prende il via da queste domande, invitando al dibattito diverse voci.

Quando: Venerdì e sabato, 11 e 12 marzo 2016

Dove: Nella sede di Open Group, Mura di Porta Galliera 1/2A, Bologna, (Bo), Emilia Romagna, Italia

Ingresso: gratuito per tutti

ABC Digitale anticipa e lancia la Get Online Week” (GOW), dal 14 al 20 marzo, la manifestazione promossa dalla rete Telecentre Europe, alla quale aderisce la Regione Emilia-Romagna tramite Pane e Internet ed Ervet.  Decine di eventi saranno organizzati in tutte le province dell’Emilia-Romagna per sensibilizzare i cittadini sull’uso di Internet e del digitale.

Il programma

Venerdì 11 marzo 

Mattina

h. 9.30-13.00 e h. 14.00-16.00

Laboratori interattivi emOziOni con sei classi di scuole primarie e dell’infanzia. Sono centrati sul riconoscimento delle emozioni attraverso il linguaggio corporeo, integrato all’utilizzo di applicazioni digitali.
Giocando con le emozioni, esprimendole, riconoscendole ed rielaborandole, i bambini avranno l’opportunità, attraverso una esperienza di gruppo, di accrescere le proprie competenze relazionali e tecniche.    Coinvolgeremo la classe nell’utilizzo di dispositivi digitali in gruppo, producendo elaborati comuni, incentivando così la socializzazione della strumentazione tecnologica, che nel tempo libero viene invece spesso limitata ad un utilizzo individuale, sviluppando“Digital Life Skills”.

Sera

h.17.30 aperto a tutti

Aperitivo con l’autore. Il professor Ruggero Eugeni, dell’Università Cattolica di Milano presenterà il suo libro La condizione postmediale.
Con un’introduzione del prof. Giacomo Manzoli del Dams dell’Università di Bologna.
Dopo l’età postmoderna siamo entrati nell’età postmediale? La domanda presuppone che i media siano morti: ed è esattamente ciò che questo saggio sostiene.

A seguire dj set a cura di Radio Città del Capo con Electric Lorem, Absque dj e il vjset con Lacandida. L’occasione per curiosare nel lavoro di dj e produttori musicali.

Andrea Vecchio aka SanthiAgo è il fondatore del progetto Electric Lorem: progetto di musica elettronica dedicato al mondo delle label e artisti emergenti che si sviluppa in un programma radiofonico su Radio Città del Capo e nell’organizzazione di eventi dove la musica elettronica si fonde con l’ arte nelle sue più svariate forme.
Absque dj si dimena tra sonorità electro-techno-dance, senza comunque escludere qualsiasi genere musicale che metta in movimento il corpo e la mente.
Lacandida è un progetto di multimedia art, videomaking, creazione di scenografie visuali per djset, live set, spettacoli teatrali e installazioni. Nei visual live set lavora in un taglia e cuci di immagini, riprese live, sperimenta tecniche di found footage, videomapping e utilizzo di strumentazioni analogiche intessendo trame visive in un’ottica di riciclo digitale.

Sabato 12 marzo

Ingresso aperto a tutti dalle 15 alle 18

Un tour esperienziale a colori, con 20 postazioni. Vi guideremo alla scoperta di robotica e coding, app e giochi, foto e video seguendo tre fili colorati.

Coding e robotica

Coder Dojo Bologna e i giovanissimi “mentor” presenteranno i robot programmati da loro.
Fab Lab Bologna ci porterà alcune recenti creazioni dell’artigianato digitale, tra un cui un grande braccio meccanico, la Tentacle Lamp, una lampada robotica in grado di seguire i tuoi movimenti, e ci presenteranno l’arte della stampa in 3D.
Raccattaraee: come allungare la vita ai nostri dispositivi elettronici o riciclarli, per rispettare l’ambiente e personalizzarli.

App e games

Fatatrac: l’editoria per ragazzi si confronta con il mondo delle app, fin da quando i bambini iniziano a produrre i primi suoni.
SoundSight: una app di realtà virtuale acustica, realizzata in collaborazione col Cern di Ginevra, che insegna ai non vedenti a percepire lo spazio attraverso i suoni.
Archivio Videoludico della Cineteca di Bologna: i videogiochi e il movimento. Chi ha detto che per usare i videogame si debba stare fermi sul divano?
Progetto Ustica: Mauro Salvador ci introduce alla realtà virtuale e ci presenta il serious game, prodotto da Ivan Venturi. Il videogame, con la collaborazione di Bottega Finzioni di Carlo Lucarelli, vuole ricostruire il volo del DC9 Itavia abbattuto la sera del 27 giugno 1980.
PhysX Board: Bitpurple, azienda che promuove progetti di sviluppo per App Mobile nel settore educational, presenta il progetto sviluppato da Lorenzo Vannuccini con Andrea Cioni. E’ un’app creativa e educativa, una lavagna interattiva che permette di simulare la fisica dando vita a qualsiasi forma, disegnandola/assemblandola a piacere.
AdventuresPlanet.it: Il Sito Italiano delle Avventure Grafiche.
Mati&Dada Art App: Scopri i capolavori dell’arte nel museo interattivo di Matì e Dadà. Kikabò Labs in collaborazione con Achtoons testa con il pubblico dei bambini di Bologna la piattaforma museo interattivo in beta dove i quadri dei grandi artisti prendono vita in giochi divertenti ed educativi.

Crossmedialità

Foto in movimento: Open Group dà un piccolo assaggio dei laboratori che ABC DIGITALE svolge nelle scuole, coinvolgendo grandi e piccini nella costruzione di video in stop motion
Immersione: una stanza piena di suoni e colori per amplificare le sensazioni corporee ed immergersi in ambientazioni dalle tinte diverse. A cura di Open Group
Libera Radio e Radio Città del Capo. Radio e contenuti si fondono, mostrando come il lavoro sull’audio sia un importante veicolo di informazioni ed espressività creativa. Non solo: col digitale, la produzione fonica può coinvolgere in un gioco divertente
Digital Areas: nell’epoca della produzione mediatica alla portata di tutti, Next Generation ed Open Group ci mostreranno come sviluppare competenze logiche, creative e sociali attraverso il web
Maieutica e Asphi: percorsi interattivi che permettono ai disabili di lavorare con strumenti digitali dando loro la possibilità di migliorare l’aspetto relazionale sia con gli operatori sia con altri utenti, diventa così una palestra per mantenere vive le capacità mnemoniche, l’attenzione e il movimento.
Yourock: La pattaforma di Melius e Open Group rivolta giovani per l’orientamento professionale e la ricerca lavoro

 

 

11-12-abc-digitale

Gli eventi precedenti:

ABC DIGITALE dal 23 gennaio al 12 marzo, nella sede di Open Group, Mura di Porta Galliera 1/2A, Bologna

Quest’anno ci sono diverse novità. Prima fra tutte il luogo: vi invitiamo a casa nostra, nella sede di Mura di Porta Galliera, sede della cooperativa Open Group e luogo da cui vengono irradiate le trasmissioni di Radio Città del Capo.
Non più solo due giorni ma cinque: tre eventi ci accompagneranno all’appuntamento clou dell’11 e 12 marzo.

Si parte sabato 23 gennaio insieme agli amici di Coder Dojo Bologna, che con Scratch ci faranno “battere il cuore”. Un pomeriggio, dalle 15 alle 18, dedicato al coding, alla programmazione per bambini e ragazzi, dai 6 ai 13 anni.
CoderDojo è un movimento aperto, libero e totalmente gratuito organizzato in centinaia di club indipendenti sparsi in tutto il mondo.

Con “gli occhi che brillano” guarderemo domenica 21 febbraio alle 18 lo spettacolo teatrale della “compagnia Tpo” di Prato. Il teatro diventa digitale e interattivo con un gioco di luci, suoni, colori in cui anche il pubblico è davvero protagonista. Intorno ad un cortile di luce colorata che ricorda un tappeto arabeggiante il pittore curdo Rebwar Saeed ci invita ad entrare nel suo giardino, in compagnia di due danzatrici. E’ un giardino-gioco dove anche i bambini “disegneranno” il loro giardino camminando o rotolando su questo tappeto sensibile.

Pochi giorni dopo un nuovo appuntamento, “sulla punta della lingua”. Venerdì 26 febbraio alle 15 vi invitiamo a parlare di “Emozioni Spaziali per avviare un dibattito sui cosiddetti “ambienti digitali”. Come cambiano gli spazi scolastici, le metodologie educative e didattiche con le tecnologie digitali?

 

Translate »